andrà tutto bene

  • Facebook
  • Twitter
  • Accesso
  • Contatti
Il 5G influisce sulla diffusione del CoronaVirus?

Il 5G influisce sulla diffusione del CoronaVirus?

Ci sono diverse correnti di pensiero in merito al 5G e alla sua diffusione in Italia.
Di fatto sappiamo che le frequenze del 5G, che variano da 27Ghz ai 30Ghz non sono frequenze convenzionali.
Siamo stati abituati alla Radio; poi alla telefonia (che arriva fino a 4Ghz) e ora ci stiamo preparando al 5G e le sue altissime frequenze. 
Le alte frequenze permettono un maggiore invio di dati (vista l'alta oscillazione delle onde) ma anche una scarsa potenza nel superare gli ostacoli.
A tal fine le antenne del 5G devono essere posizionate in maniera capillare nel nostro territorio e in tutto il mondo per garantire una piena copertura del segnale, specie nelle grandi città.
Di sotto riportiamo una mappa delle attuali antenne italiane del 5G

MAPPA DI GENNAIO 2020: ECCO IL LINK ORIGINALEle antenne 5g in italia

E' strano vedere la copertura 5G che si sovrappone alle zone di contagio

Si nota, per un fatto del tutto occasionale, che le zone del contagio italiano del coronavirus, quelle che oggi definiamo zone rosse, siano quasi coincidenti con le installazioni delle antenne.
Qualcuno direbbe che questo è un caso, come probabilmente sarà, ma rimane il fatto della coincidenza e anche di come la concentrazione in Lombardia delle stesse antenne, rimane quella più evidente.
A ruota tutto il Nord Italia, Toscana compresa.

Non ci sono prove a riguardo e gli studi effettuati sul 5G garantirebbero la totale correlazione tra la frequenza del 5G e il contagio del coronavirus.
La normativa europea prevede che non debbano essere superati i 61volt/metro per avere sicurezza della completa "non pericolosità" delle onde elettromagnetiche emanate in una specifica zona.
In Italia però il paramentro è di 6Volt/Metro.
Perchè una differenza du 55 punti?

Se tutto questo influisce sulla diffusione del Coronavirus lo sapremo solo in seguito

Segnaliamo un articolo la cui fonte la trovi qui

Nel 2011 l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) ha classificato le radiofrequenze come un potenziale cancerogeno
La nuova rete 5G aggiunge dei potenziali danni che riguardano la pelle umana.
Infatti oltre il novanta percento delle radiazioni 5G viene assorbito dagli strati dell'epidermide e del derma, agendo fondamentalmente come una spugna assorbente per l’elettrosmog del 5G.
Secondo un recente studio, le radiazioni elettromagnetiche possono viaggiare dalla pelle fino al sistema nervoso e arrivare a colpire occhi, testicoli e ghiandole.
Le conseguenze complete di questo fatto non sono al momento chiare, specialmente per le fasce più vulnerabili della popolazione come neonati, donne incinte e anziani.

A questo punto servono chiarimenti sul 5G e il coronavirus

Invitiamo gli organi competenti ad approfondire la questione e a rendere partecipi i cittadini italiani delle reali conseguenze che potrebbero arrivare dall'utilizzo del 5G.
Se proprio dovesse essere un impatto negativo credo che tutti, nessuno escluso, farebbe volentieri a meno della nuova radio frequenza e delle attuali velocità di trasmissione dati che, sinceramente, bastano e avanzano. 

Archivio Notizie

Meteo Italia

ROME WEATHER

Dettagli sul 5G

La fascia di operatività del 5G può avvenire nella banda di spettro corrispondente alle microonde da 3 GHz a 300 GHz, in Italia in particolare sono state assegnate tre bande, di cui la più alta opera a 30 GHz e potrà essere usata con antenne di piccole dimensioni a livello locale e all'interno degli edifici, mentre la banda intermedia opera a 3 GHz. 

A oggi non sono noti effetti sulla salute causati dall'esposizione a lungo termine.

Gli studi epidemiologici e sperimentali condotti finora non hanno ancora mostrato associazioni significative tra l'esposizione a campi magnetici e un'aumentata insorgenza di cancro in bambini e adulti.

Gli studi svolti sino a oggi non hanno mostrato alcuna capacità delle onde elettromagnetiche di danneggiare il DNA delle cellule.

UN'ANTENNA DEL 5G

antenna 5g

 ALCUNE TEORIE SUL 5G

Coronavirus e 5G. Due argomenti che alimentano i più fantasiosi complottismi del web.
Ora una nuova frontiera: secondo alcuni sarebbero strettamente correlati.

Le versioni più rilanciate sono due, entrambe prive di basi scientifiche. S
econdo la prima, il 5G indebolirebbe le difese immunitarie di chi ne è esposto spalancando le porte al contagio; quanto alla seconda, il Sars-Cov-2 si servirebbe delle onde elettromagnetiche per comunicare e diffondersi più rapidamente.

Link alla fonte

ItalyBlog

Un Blog che parla delle cose che capitano in Italia. Senza onore e senza gloria un'approfondimento delle principali notizie.

Fast Oriented

Un Template super veloce ottimizzato per il SEO con una semplità di realizzazione contenuti fantastica. Ideale per la velocità

Notizie e fonti

Di ogni notizia elaborata sarà sempre riportata la fonte originale. Un modo per tutelare chi legge queste pagine avendo sempre le fonti

Copyright 2020 - Hetatech Tutti i diritti riservati